Red Carpet Theatre ’16-’17

logo red carpet teatro - teatro Santuccio 15-16 In collaborazione con

    

affogatoDa Lunedì 24 a Domenica 30 Ottobre 2016
Teatro Libero - Milano - www.teatrolibero.it

FRIDA K
Una produzione RED CARPET Teatro
Frida, e la Morte: compagne di ventura da quel dannato giorno dell’incidente, in cui lei con uno sforzo sovrumano trattenne l’ultimo respiro ricominciò a vivere. Se alla fine la donna se ne è sì andata, l’artista è rimasta, a raccontarci di quel suo mondo fatto di solitudine, immobilità, energia, colori esplosivi, desiderio di bianco, ironia, sarcasmo e lacrime tanto irrefrenabili quanto beffardo fu il suo sorriso. “Ti rido in faccia, morte. E respiro. Respiro la vita che sono”
Attraverso l'utilizzo quasi esclusivo delle pagine di diario, delle lettere e delle poesie di Frida, uno spettacolo che ci strappa il cuore dal petto e lo espone come un trofeo, esattamente come ha fatto tante volte Frida con il suo.

Regia di Serena Nardi
con Sarah Collu e Serena Nardi
Coreografie Lara Guidetti
Video Vittorio Bizzi
Musiche originali Alessandro Cerea
Scene e costumi Officine Red Carpet Teatro
Luci e audio Stefano Capra
affogatoGiovedì 3 Novembre 2016, ore 21
Teatro Nuovo - Varese

FRIDA K
Una produzione RED CARPET Teatro
Frida, e la Morte: compagne di ventura da quel dannato giorno dell’incidente, in cui lei con uno sforzo sovrumano trattenne l’ultimo respiro ricominciò a vivere. Se alla fine la donna se ne è sì andata, l’artista è rimasta, a raccontarci di quel suo mondo fatto di solitudine, immobilità, energia, colori esplosivi, desiderio di bianco, ironia, sarcasmo e lacrime tanto irrefrenabili quanto beffardo fu il suo sorriso. “Ti rido in faccia, morte. E respiro. Respiro la vita che sono”
Attraverso l'utilizzo quasi esclusivo delle pagine di diario, delle lettere e delle poesie di Frida, uno spettacolo che ci strappa il cuore dal petto e lo espone come un trofeo, esattamente come ha fatto tante volte Frida con il suo.

Regia di Serena Nardi
con Sarah Collu e Serena Nardi
Coreografie Lara Guidetti
Video Vittorio Bizzi
Musiche originali Alessandro Cerea
Scene e costumi Officine Red Carpet Teatro
Luci e audio Stefano Capra
Venerdì 25 Novembre 2016, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

QUESTA SONO IO
Una produzione TLLT - Teatro Libero Liberi Teatri
Laura Prete - ex reginetta di bellezza, ex soubrette, ex inquilina della più famosa Villa della televisione, attuale fidanzata d'Italia e direttrice di una Scuola per lo Spettacolo - spara in testa, in diretta televisiva, al più rispettato showman della nazione. Perché lo fa? Laura in questo monologo ci dà la sua risposta. Le sue risposte. Tre risposte. Tre parti di Laura. Tre Verità. A quale sceglierete di credere? Tre racconti che come in un thriller si compongono e scompongono di continuo, che ci inchiodano alla poltrona a osservare, tra Purezza e Miseria, in modo incredibilmente originale, le nefandezze del nostro tempo.

Dall'omonimo romanzo di Federico Guerri
Con Monica Faggiani
Regia di Alessandro Castellucci
Adattamento di Corrado d'Elia
Scenografia e fonica di Andrea Finizio
Contributi foto e video di Viola Cadice
sonnetsGiovedì 1 Dicembre 2016, ore 21
Teatro Nuovo - Varese

LA GILDA DEL MAC MAHON
Una produzione RED CARPET Teatro
Nella Milano di periferia che cerca di rialzare la testa dopo la guerra una donna pura nel cuore ma non nel corpo, provocante come Rita Hayworth, vende il suo corpo per mantenere il balordo di cui è innamorata: Gilda è una “passeggiatrice” del ponte della Ghisolfa, un lavoro a cui l’ha costretta l’amore. Dalle intense pagine di Testori una donna che porta nelle parole e nei fianchi tutta la forza di una Milano autentica e di una femminilità senza compromessi.
La regia trasforma in cerone bianco gli anni che ci separano dal dopoguerra e popola il mondo della Gilda con personaggi e musica, per aggredire con mano calcata e simbolista questa Milano forte, semplice e popolare.

Con: Sarah Collu, Andrea Benvenuto, Romeo Tofani
Sassofoni: Luca Carnelli
Regia: Vittorio Bizzi
sonnetsVenerdì 13 Gennaio 2017, ore 21
Antica Cantina di Villa Bossi - Bodio Lomnago

DIETRO OGNI SCEMO C’E’ UN VILLAGGIO,
DIETRO OGNI BLASFEMO C’E’UN GIARDINO INCANTATO
Spoon River tra Masters e De Andrè

Una produzione RED CARPET Teatro
Un must di RED CARPET, uno spettacolo/concerto che riscuote da anni un incredibile successo di pubblico. Tra centinaia di candele che illuminano foglie morte sospese e si alternano agli oggetti della vita quotidiana delle anime della Collina, la voce di Alessandro Cerea e e l’affascinante arrangiamento riportano alle performance dal vivo dello stesso De Andrè dell'album "Non al denaro non all'amore né al cielo", mentre cinque attori sono le anime erranti dei defunti che raccontano le proprie vite e le proprie morti con le parole di Edgar Lee Masters, autore della leggendaria Antologia di Spoon River.

Testi di Edgar Lee Masters e Fabrizio De Andrè
Regia di Serena Nardi
Voce e tastiere Alessandro Cerea – Chitarra Patrizio Pedotti
Con Sarah Collu, Serena Nardi, Leonardo Lempi, Vittorio Bizzi , Andrea Benvenuto
Scene e costumi Officine Red Carpet Teatro
sonnetsMercoledì 25 Gennaio 2017, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

TESTASTORTA - La storia inventata
In occasione della Giornata della Memoria

Una produzione CHRONOS Tre
1943. Una cascina del Nord Italia. I rumori provenienti dalla soffitta scatenano la fantasia del piccolo Tommaso. Sarà una principessa? Tommaso le allunga dei pacchetti con una corda, e come per magia spariscono. La principessa esiste davvero. E' il 1943, le donne di casa ospitano un ufficiale nazista, e il piccolo Tommaso sa che solo quando le rose sbocceranno la principessa potrà essere liberata.
Una favola per adulti sospesa tra Fantasia e Storia che racconta – attraverso lo sguardo sognante e spietato di un bambino – gli orrori della guerra.

Con Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò
Regia di Manuel Renga
Drammaturgia di Tobia Rossi dal romanzo di Nava Semel
Scene di Stefano Zullo e Marina Conti
Costumi di Nicole Leonardi
Assistenza alla regia e foto di Ian Bertolini
sonnetsVenerdì 10 Febbraio 2017, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

DATEMI ATMOSFERA
Un Cechov mai visto

Una produzione RED CARPET Teatro
In un ospedale psichiatrico i pazienti vengono coinvolti in un improbabile programma di cura e ricreazione...
Due famosi atti unici di Anton Cechov in una giostra al limite del grottesco, le parole e le atmosfere risuoneranno tra pareti che sono limiti, costrette a volte nella gabbia di gesti più simili a tic nervosi che a movimenti scenici, verranno palleggiate tra i pazienti e il pubblico in una celebrazione de LE NOZZE e de L'ANNIVERSARIO fuori dal comune.

Libero adattamento da “Le nozze” e “L’anniversario” di A. Cechov
Con Vittorio Bizzi, Silvia De Lorenzi, Jacopo Girardi, Leonardo Lempi, Giuseppe Sala
Adattamento e regia di Serena Nardi
Scene e costumi Officine Red Carpet Teatro
Fonica e luci di Massimo Volpi
sonnetsVenerdì 17 Marzo 2017, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

MALEDETTI - I versi dell'oppio e dell'assenzio
In occasione della Giornata mondiale della Poesia

Una produzione RED CARPET Teatro
Non siete invitati ad uno spettacolo. Siete invitati a condividere un’esperienza in un luogo di confine in cui troverete poeti, prostitute, bevitori, uomini di buona famiglia scivolati nel buio, angeli caduti e demoni travestiti da femmine invitanti.
Baudelaire, Rimbaud, Verlaine, Mallarmé, Laforgue boccheggiano nella loro poesia, nel vino rosso, nel canto e nel violino. Nella “maledizione” del poeta che cerca l’abisso per salvarsi l’anima, gridando al mondo parole di catarsi estrema.
Parigi il Bordello vi aspetta, la sedia qui accanto è libera e una mano vi porge un bicchiere di vino. Rosso, naturalmente.

Testi di Baudelaire, Rimbaud, Verlaine, Mallarmé, Laforgue
Regia di Serena Nardi
Con Andrea Benvenuto, Vittorio Bizzi, Sarah Collu, Silvia De Lorenzi, Jacopo Girardi, Leonardo Lempi, Serena Nardi, Giuseppe Sala
Voce e violino: Chiara Bottelli
Pianoforte: Stefano Gobbi
Scene e costumi Officine Red Carpet Teatro
Fonica e luci di Massimo Volpi
sonnetsVenerdì 14 Aprile 2017, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

RESISTENZE - SOTTO L'OMBRA DI UN BEL FIOR
In occasione dell'Anniversario della Liberazione

Una produzione OLTREUNPO' Teatro
Che cosa vuol dire "resistere" oggi? Si può ancora essere partigiani? Oggi che la democrazia sembra certa e i diritti sembrano garantiti, oggi che siamo così liberi. La più grande difficoltà di oggi è quella di riconoscere l'invasore. Non si vede, spesso non ha nome, a volte ne ha molti. E se i nostri partigiani avessero creduto a quella bugia per cui progresso significava creare un nuovo ordine basato sulla purezza della razza e sull'obbedienza assoluta al capo? E se i nostri partigiani non avessero resistito? Uno spettacolo che è in primo luogo un momento di condivisione attiva, di partecipazione reale, fisica, tra persone, per ricordarci che la libertà è un diritto ma la libertà di fatto è una conquista che non può essere data per scontata.

Uno spettacolo di Ylenia Santo
Con Martino Iacchetti, Michela Marongiu, Ylenia Santo, Bruna Serina de Almeida
Regia di Bruna Serina de Almeida
sonnetsDa Lunedì 15 a Domenica 21 Maggio 2017
Teatro Libero - Milano - www.teatrolibero.it

DON GIOVANNI OVVERO IL DISSOLUTO ASSOLTO
di Josè Saramago

Una produzione RED CARPET Teatro
Tanto la lirica quanto la prosa tradizionalmente presentano Don Giovanni come un uomo dissoluto e dedito al vizio, libertino, amorale e insensibile, al punto da giustificare quasi la punizione finale. Non così Saramago, che non giudica ma cerca di comprendere i moventi più intimi di quella coazione a ripetere, un atto di negazione originario che lo ha condannato per sempre. Un Don Giovanni un po' nerd, un po' hikikomori, il cui delirio di protagonismo social lascia sullo sfondo la denuncia di una crisi pandemica e collettiva, ma che finisce comunque col riguardare ognuno in modo individuale.

Regia di Serena Nardi
Con Monica Faggiani, Sarah Collu, Andrea Tibaldi, Serena Nardi e Silvia De Lorenzi
sonnetsVenerdì 30 Giugno 2017, ore 21
Teatro Santuccio - Varese

LUDOVICO SECONDO LUDOVICO
Messa in scena in forma di studio
Una produzione RED CARPET Teatro

Ludwig II di Baviera: il re pazzo. Un mito che si rinnova tra follia e grandezza, tra sogno e realtà, e costruisce castelli sempre più in alto, tra le aquile. O solo nella sua mente. Una storia di narcisismo, inquietudine, insoddisfazione e solitudine, ma soprattutto la storia di una visione delle cose, di un uomo nel mondo diverso dal mondo. Questa pièce si allontana dall'oggettività storica e propone una visione interna di Ludwig, portando fuori dal corpo del re il teatro magico delle sue visioni, materializzando l'inferno dei rapporti umani (per dirla con Sartre), fino a proporre una lettura inedita degli avvenimenti della sua morte. Un'operazione non priva di dolore, ma a questo Ludwig è certamente abituato.

Una produzione RED CARPET Teatro
Con Leonardo Lempi, Sarah Collu, Andrea Benvenuto e Nicolas Errico
Scene: Debora Palmieri
Costumi: Officine Red Carpet Teatro
Suono: Alessandro Cerea
Luci e audio: Stefano Capra
Assistente alla regia: Jacopo Girardi
Testo e regia: Vittorio Bizzi

Lo spettacolo non è consigliato ai minori di 16 anni

Ingresso Teatro Santuccio, Villa Bossi e Teatro Nuovo: € 12, sono esenti i minori di 14 anni.
La prenotazione è obbligatoria per lo spettacolo a Villa Bossi, non è richiesta al Teatro Santuccio e al Teatro Nuovo
Info e prenotazioni: 0332 969059 – info[at]villabossi.it
Durante la prenotazione degli spettacoli verrà richiesta l’iscrizione all’associazione, la cui quota è inclusa nell’ingresso.

Ingresso e prenotazioni Teatro Libero: contattare direttamente il teatro – www.teatrolibero.it